LADY B – AMO ET ODI EP – (Recensione) – 2015

ladyb-news

Si sente tutta la passione di una grande artista in questo AMO ET ODI EP, le mani esperte di un produttore (Erma, produttore della Casa degli Specchi) e la vibrazione giusta per tornare sulla scena dopo un qualche tempo di assenza. Abbiamo tutti impazientemente aspettato questo momento. Io sicuramente.
Lady B è Lady B, ragazza semplice, occhi espressivi e tante cose da dire in rima sul beat di un rap che ha il sapore dell’onestà e della immediatezza. Tutta l’idea di questa uscita è, secondo me, stupenda. Due persone, un’artista e un produttore, distanti centinaia di chilometri che collaborano, senza incontrarsi mai, alla realizzazione di un progetto discografico, la decisione di offrire questa musica in free download, il tema dell’EP di sicuro impatto e la bella copertina. Tutto giusto. Non penso che si possa chiedere di più, anche perché il livello è davvero alto. Si inizia con AMO ET ODI, la title track, un beat che sembra rotto come certe volte capita di sentire rotte le speranze, ma Lady B ci riprende subito con le soluzioni dell’amore. Breve ed intensa. ANESTESIA è una passeggiata nella vita, un ripercorrere se stessa lanciando sguardi fuori come per ricordarsi di sé attraverso gli altri. Parla di sicuro di una esperienza diretta, del tutto personale. Grande Lady. VANIGLIA E CALENDULE la parte più carnale dell’amore passando per citazioni di eventi storici e serie televisive, molto carine alcune trovate testuali. QUANTO MENO CI PROVIAMO il brano con il mood musicale che più mi piace, un ambiente sognante carico di erotismo nella lotta fra lasciarsi andare all’amore e la paura di farsi del male. SOLO PER CAMPARE lascia la sensazione di un qualche pentimento, qualcosa che non sia andato a buon fine ed insieme una presa cosciente di responsabilità. “Vivo in un paese che non è quello di Alice”.  SOUL D’ESTATE,  brano dal mood allegro e con un ritornello da hit. “Bruciami dentro musica, non voglio spegnermi”. In tutto il lavoro si incontrano alcune “parolacce”. Se si è troppo moralisti forse può sembrare un po’ volgare. E TU COME STAI, ambiente musicale più cupo per comunicare meglio la sensazione di frustrazione che si prova quando qualcosa non finisce  nel modo migliore. Un invito a prendere in considerazione i sentimenti degli altri prima di mettere in atto le proprie decisioni, specialmente quando si è volutamente falsi. “Come ti senti?”

Ragazzi insomma, questo EP è un bel viaggio fra le tante sensazioni dell’amore e dell’odio (neanche troppo). Lascio a voi comunque il sapore della scoperta o della riscoperta di questa artista barese che merita davvero molto e vi invito a scaricare subito l’album.

Grazie Lady B mi eri mancata.

Raffaele Giovanni Nicolì

Parental-Control

Rispondi